Tempesta d’estate

Bologna -

 

Arriva nell’azzurro cielo dell’estate bolognese l’ennesimo colpo inferto dal commissario Cancellieri alla città di Bologna, ai lavoratori e ai cittadini.

 

I centri estivi per bambini, fino ad oggi appaltati alle cooperative sociali, quest’anno saranno dati in gestione alle società sportive per effetto dei tagli al welfare decisi dal commissario.

 

Il risultato di questa manovra è l’impoverimento ulteriore della qualità dei servizi a danno degli utenti che non troveranno continuità rispetto al percorso scolastico, nonché l’aumento dei costi di iscrizione ai servizi a discapito delle famiglie meno abbienti: da una parte, c'è una generale crescita del prezzo intero settimanale, che passa da 57 a 68 euro per la fascia oraria 7,30-17,30, da lunedì a venerdì. Nello stesso tempo, viene meno lo scaglionamento per fasce di reddito, sostituito da una tariffa unica.

 

L’altra faccia di questo provvedimento è quella terrorizzata dei lavoratori delle cooperative sociali che rischiano di rimanere senza lavoro per tutto il periodo estivo nonostante molti abbiano contratti a tempo indeterminato che le cooperative non onorano, per non parlare delle centinaia di lavoratori a tempo determinato che a giugno saranno lasciati a casa!

 

Ultimo dolente anello della catena sono i lavoratori delle polisportive chiamati a fornire lo stesso servizio con meno tutele e con un salario indegno.

 

DI FRONTE A QUESTA SITUAZIONE DEGRADANTE E PERICOLOSA SIAMO PRONTI ALLA MOBILITAZIONE.

 

Invitiamo tutti i lavoratori del settore e gli utenti dei servizi ad un primo momento di confronto su queste problematiche lunedì 13 giugno ’11 in piazza Maggiore alle 16,30. In quest’occasione è stato chiesto un incontro all’assessore al welfare per esporre le ragioni della nostra protesta.

 

PARTECIPIAMO TUTTE E TUTTI

ASSEMBLEA – PRESIDIO

LUNEDÌ 13 GIUGNO ’11 DALLE ORE 16,30 ALLE 18,30

PRESSO IL COMUNE DI BOLOGNA

PIAZZA MAGGIORE 6

 

USB Lavoro Privato

Coop Sociali